Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Silene

Gen. Gentianella

Fam. Gentianaceae

Div. gamopetale

Cla. Dicotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Bibl.: Wettstein R. von, Denkschr. Akad. Wiss. Wien 64: 309-382 (1896).

Piante bienni o annuali, simili al gen. Gentiana, al quale sono state riferite dalla maggioranza degli Autori. Le specie Sp. Gentianella crispata-Sp. Gentianella lutescens mostrano la tendenza a scindersi in «forme stagionali» caratterizzate da un diverso portamento in relazione all'apoca della germinazione o della fioritura ed all'altitudine. Fenomeni analoghi si hanno anche nei generi Rhinanthus L., Melampyrum L. ed Euphrasia L.
Il significato biologico di queste forme stagionali è ancora controverso tuttavia pare che esse non siano fissate geneticamente (quindi esse risulterebbero prive di valore tassonomico). I caratteri distintivi fra le singole specie riguardano soprattutto i denti calicini e sono ben poco evidenti. Da questo deriva l'intrinseca difficoltà a determinare le specie: individui di specie diverse possono avere simile portamento (se appartengono alla stessa forma stagionale) oppure individui della stessa specie possono avere portamento del tutto diverso (se appartengono a forme stagionali diverse).
Queste forme stagionali sono state interpretate con rango assai diverso: varietà, sottospecie o anche specie: preferiamo ridurle a semplici forme, riportando fra parentesi il nome dell'Autore della più antica descrizione valida. Si distinguono tre tipi fondamentali:
a) estivale: rami poco numerosi, solo nella metà sup., diritti; fg. basali presenti alla fior.; internodi centrali ben più lunghi delle fg.; mancanza di fg. intercalari fra l'uno e l'altro ramo; nelle zone basse, con fioritura soprattutto in giugno;
b) autunnale: rami numerosi, già dalla base del f, arcuati; fg. basali scomparse alla fior.; internodi più brevi delle fg. immediatam. sottostanti; internodi mediani con 1-2 coppie di fg. intercalate fra l'inserzione di coppie successive di rami; nelle zone basse con fioritura in agosto-settembre;
c) alpina-monomorfa: caratteri intermedi fra a) e b), in alta montagna, dove la stagione vegetativa è ridotta e non possono formarsi razze stagionali; fioritura in luglio-agosto.
Privacy