Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Silene

Sp. Paederota bonarota

Gen. Paederota

Fam. Scrophulariaceae

Cla. parassite

Cla. Dicotiledoni
Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
F. semplice, ascendente o eretto, legnosetto alla base. Fg. subsessili con lamina ovato-arrotonda-ta (1-1.5 X 1.5-2.5 cm), ottusa, grossam. seghettata, sparsam. pelosa con peli più lunghi e robusti di Sp. Paederota lutea, senza ghiandole, verde-scura, un po' coriacea e lucida. Racemo ovale o subsferico, dapprima un po' pendulo, con brattee lunghe ca. come il calice, con ciglia lunghe, non ghiandolari; fi. subsessili, lunghi 8-13 mm; calice come Sp. Paederota lutea ma con ciglia lunghe come le brattee; corolla blu-violetta scura o raram. purpurea; stilo e stami generalm. un po' superanti la corolla.

Endem. SE-Alpica.
Bordo merid. delle Alpi Or. dalle Giulie al Bergam. : C.

Osserv. - Genere endemico nelle Alpi Or. comprendente solo queste due specie (altre descritte per il Caucaso vanno sicuram. escluse), che per noi debbono essere considerate subendem., in quanto il loro areale principale è sul bordo merid. delle Alpi, quasi completam. in terr. italiano (con avamposti in Carinzia e Slovenia) accompagnato da poche stazioni sul bordo settentrionale delle Alpi (disgiunzioni Nord-Sud delle specie preglaciali, descritte da Merxmtiller). Le due specie spesso vegetano assieme ed in questo caso producono ibridi di aspetto intermedio (corolla viola pallida o rosea, calice spesso con lunghi peli ghian-dolosi) indicati come P. X churchillii Huter.

Variab. - In Sp. Paederota lutea e Sp. Paederota bonarota l'aspetto delle fg. ed ancor più delle corolle è estremam. variabile. Nella corolla, la porzione press'a poco corrispondente alla metà inf. è tubulosa, mentre la metà apicale è costituita da 2-5 (per lo più 4) lacinie a disposizione debolm. zigomorfa. Il labbro sup. è formato da una singola lacinia allargata, che talora è ± profondam. bipartita; il labbro inf. si compone per lo più di 3 lacinie più sottili, che tuttavia possono risultare più o meno concresciute (anche in maniera asimmetrica); al limite, anche il labbro inf. può risultare costituito da un'unica lacinia. Corolle di aspetto differente possono venire osservate anche sullo stesso individuo. Pertanto non sembra corretto distinguere taxa infraspecifici in base all'aspetto della corolla. Tali «varietà» (a nostro giudizio inconsistenti) hanno ricevuto i nomi urticifolia e zannichellii in Sp. Paederota lutea e chamaedryfolia (in Sp. Paederota bonarota); l'esistenza di una correlazione tra caratteri fogliari e corollini è quantomeno dubbia.

Diffusione:

Italia Lombardia Trentino-Alto Adige/Südtirol Veneto Friuli-Venezia Giulia

Portamento : ↓ Pianta perenne erbacea

Progressivo : 3404

Autore : (L.) L.

Sinonimi : ( = Veronica bonarota L.)

Nome Italiano : Bonarota comune

Codifica numerica : 7579901

Forma biologica : H scap

Altezza : 5-15 cm.

Tipo di vegetazione : Pareti e fessure (calc).

Privacy