Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Saxifraga

Sp. Petunia hybrida

Fam. Solanaceae

Div. gamopetale

Cla. Dicotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Pianta vischiosa ed aromatica (!). F. ascendenti o prostrati, ramosi. Fg. opposte (almeno le inf.), subsessili, ovate (2-3 X 3-5 cm), le sup. più sottili, intere o debolm. crenate. Fi. in racemi fogliosi apicali; calice 13-16 mm con lacinie lineari; corolla imbutiforme (3-5 cm), fortem. ghiandolosa all'esterno.

Sudamer.
In tutto il terr. : C.

Nota - Le Petunie coltivate sono derivate per incrocio fra P. nyctaginiflora Juss. a fi. bianco e P. violacea Lindley a fi. rosso-violaceo; in coltura si hanno cloni con corolla dei colori più diversi, spesso anche variegata o ± increspata o laciniata. In montagna si coltivano soprattutto in vaso, nell'area mediterranea le Petunie sono rustiche e spesso tendono a passare alla condizione perennante-suffruticosa. Esse comunque non tendono ad inselvatichire.

Diffusione:

Italia Piemonte Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste Lombardia Trentino-Alto Adige/Südtirol Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Progressivo : 3310/II

Autore : Hort.

Nome Italiano : Petunia

Codifica numerica : 7436001

Forma biologica : T scap

Ciclo riproduttivo : ☉ Annuale

Altezza : 3-6 dm

Tipo di vegetazione : Largam. coltivata per ornam. e casualm. inselvatichita su ruderi e macerie.

Privacy