Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Silene

Sp. Iris xiphium

Gen. Iris

Fam. Iridaceae

Cla. Monocotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Bulbo ovoide (2 cm), spesso prolifero, con tuniche brune; f. eretto, cilindrico, foglioso. Fg. lineari-cafenate (larghe 2-3 mm), erette. Fi. 1-2, lungam. peduncolati; spate 5-10 cm, verdi, membranose solo sul bordo ed all'apice; perigonio con tubo breve (2-3 mm); lacinie esterne spatolate (2X6-8 cm), patenti, bianco-azzurre o violacee con una chiazza gialla in mezzo; barbe mancanti; lacinie interne erette, 1.5X6 cm; antere 1.5-2 cm; stilo con rami di 4-5 cm; capsula cilindrica (1X5 cm), debolm. trigona.

Steno-Medit. - Occid.

Lig. Occid. (Diano-Borello), Lazio Merid. pr. Sperlonga e Itri, Sard. (Ingurto-su) e Cors. (Bonifacio): RR; coltiv. per ornam. ed avventizia effimera pr. Ancona.

Bibl.: Ricci I., Ann. di Bot. 28 (1966).

Xiphion è parola greca (spesso riportata con grafie erronee), che significa «spada», usata da Dioscoride per indicare una Iris e Gladiolus.
Privacy