Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Silene

Sp. Carex ferruginea

Gp. Carex ferruginea

Gp. IX (Otricelli glabri, una spiga ♂ )

Gen. Carex

Fam. Cyperaceae
Cla. Monocotiledoni
Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Rz. breve con stoloni orizz. (spesso poco osservabili); guaine intere (non sfi-brantisi!), bruno-rossastre o -violacee; f. gracile, subcilindrico, incurvato in alto, liscio. Fg. sottili (1-2 mm), piane, molli, lunghe circa ½ del f. Inflor. allungata (4-12 cm), unilaterale; spiga S lineare (1-2 cm); spighe ♀ 2-3, lunghe 1.5-2.5 cm e con 6-10 fi. spaziati; peduncoli capillari, 1-5 cm, generalm. incurvati (quindi spighe ♀ ± pendule); brattee fogliacee con lamina di 3-8 cm (spesso raggiungente l'apice dell'in-flor.) e guaina di 8-13 mm; glume bruno-ferruginee; otricelli bruno-scuri a quasi neri, generalm. ispidi nella parte apicale, fusiformi, di 0.8-1.1 X 2.7-3 mm, max. 1.5 X 4.5 mm; nervi poco evidenti.

Orof. S-Europ.
Alpi, dalla Gamia al Piem. (Col della Maddalena): C.

Nota - Le citazioni per vari punti della catena Appenninica vanno riferite alle specie precedenti oppure, per quanto riguarda Lig. e Tosc. a Sp. Carex tendae ed a Sp. Carex macrostachys.

Variab. - Abbastanza polimorfa per quanto riguarda il portam., misure delle fg., spighe, peduncoli e brattee, pelosità dei fr., però si tratta probabilm. di variabilità fluttuante senza particolare significato. Più difficilm. interpretabili sono piante di aspetto intermedio tra Sp. Carex ferruginea e Sp. Carex austroalpina, spesso indicafe anche come C. kerneri Koths, forse prodotto d'ibridazione tra una di queste due specie e Sp. Carex flacca. La discriminazione tra Sp. Carex ferruginea e Sp. Carex austroalpina non è sempre sicura.
Privacy