Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Silene

Gen. Eleocharis

Fam. Cyperaceae

Cla. Monocotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Bibl.: Svenson H. K., Rhodora 31 (1929); id. 34 (1932); id. 41 (1939).

Tutte le specie del genere hanno simile aspetto esterno: f. generalm. cilindrici, indivisi, portanti all'apice un'unica spiga ovoide o fusiforme; fg. ridotte alla sola guaina, prive di lamina; stilo alla base con un ingrossamento bulbiforme (stilopodio) ed articolato sull'ov. (lo stilopodio è persistente e visibile alla frutt.); achenio con la metà apicale più grossa della metà basale. Questi caratteri non verranno ripetuti nelle descrizioni delle singole specie.

Dal greco hélos (palude) e chàris (bellezza), cioè «pianta che abbellisce le paludi», ma in realtà si tratta di pianta d'aspetto tutt'altro che ornamentale. Il nome fu proposto da R. Brown nel 1810 con la grafia scorretta, priva della H iniziale, ma già nel 1819 Lestibudois lo rettificò: inutilmente, perché ferree regole nomenclaturali impediscono tali correzioni ed impongono di perpetuare il nome erroneo. Analogo è il caso di Elodea-Helodea e di Eleogiton-Heleogiton.
Privacy