Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Silene

Sp. Gentiana clusii

Gp. Gentiana acaulis

Gen. Gentiana

Fam. Gentianaceae

Div. gamopetale
Cla. Dicotiledoni
Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Scapo generalm. allungato, centrale alle rosette, con ali di 0.3-0.5 mm. Fg. basali strettam. lanceolate (1x5-6 cm), acute, (3)5nervie; fg. cauline ovate, brevi. Fi. unico; calice con tubo di 12 mm e denti lesiniformi lunghi circa altrettanto; insenature acute; corolla azzurro-violetta 1 X 4 cm con lobi ottusi (0.5 cm).

Orof. SE-Europ.

Alpi, dalle Giulie alle Grigne: C; avanza ulteriorm. verso Wfino al M. Rosa; anche sulle A. Apuane e Marche sopra Bolognola.

Ch. de l'Ecluse (1526-1609), francese, professore di botanica a Leyden.

Confus. - L'areale si sovrappone largam. a quello di Sp. Gentiana kochiana, che si riconosce con certezza solo per i caratteri dei denti calicini. Inoltre Sp. Gentiana clusii presenta sui lobi corollini caratteristiche papille epidermiche che mancano in Sp. Gentiana kochiana. La vicarianza ecologica però è netta in quanto Sp. Gentiana clusii è calcifila, Sp. Gentiana kochiana silicicola: le due sp. non si presentano mai assieme. Decisivi a questo proposito sono i caratteri del suolo, non il substrato geologico: così Sp. Gentiana kochiana può crescere anche su cale, purché vi sia un suolo umificato acido con vegetazione del tipo Curvuletum, Festucetum halleri o Elynetum; al contrario Sp. Gentiana clusii è caratteristica del Firmetum e Seslerio-Semperviretum. Per le confusioni con le specie vicine è difficile precisare l'areale: la distribuzione sopra indicata è stata verificata nell'Erbario Centrale di Firenze, tuttavia vi sono anche molte altre indicazioni che allargherebbero notevolmente l'areale italiano di Sp. Gentiana clusii. Le più verosimili sono quelle per il Piccolo S. Bernardo ed il Gr. Sasso.
Privacy