Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Silene

Gen. Dianthus

Fam. Caryophyllaceae

Div. coripetale superovarie a fg. opposte

Cla. Dicotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Genere complesso, nel quale coesistono specie isolate e ben fissate come caratteri (es. Sp. Dianthus rupicola, Sp. Dianthus barbatus, Sp. Dianthus superbus), altre che si possono collegare in gruppi ad elevata affinità (es. Sp. Dianthus balbisii-Sp. Dianthus ferrugineus), specie polimorfe con forte variabilità infraspecifica (Sp. Dianthus carthusianorum,Sp. Dianthus furcatus) e gruppi la cui variabilità non sembra per il momento interpretabile (Sp. Dianthus sylvestris subsp. [c], Sp. Dianthus monspessulanus). Si riceve l'impressione di essere di fronte a serie filetiche che si trovano a differenti livelli di differenziazione, però per il momento manca un criterio d'interpretazione di validità generale. La nostra trattazione è dunque del tutto provvisoria.

Bibl: Williams F. N., Journ. Linn. Soc. London (Bot.) 29: 346-478 (1893); Rohweder H., Bot. Jb. 66: 249-368 (1934).

IBRIDI

Individui di aspetto ibrido sono frequenti nel genere Dianthus, anche tra specie che, dal punto di vista tassonomico, appaiono abbastanza lontane; essi possono venire osservati in natura (generalm. si tratta di ibridi inter parentes con fertilità ridotta) ed anche abbastanza frequentem. in coltura. Uno studio citotassonomico che chiarisca i rapporti di questi presunti ibridi con le specie parentali per le specie italiane manca. Si riportano qui sotto le forme di probabile origine ibrida finora osservate in Italia.

Sp. Dianthus balbisii X Sp. Dianthus sylvestris: D. X levieri Borbas - pr. Firenze.
Sp. Dianthus ferrugineus X Sp. Dianthus sylvestris: D. X portae Kerner - Abr. sul M. Morrone, pochi individui.
Sp. Dianthus barbatus X Sp. Dianthus monspessulanus: D. X mikii Reichard - Goriziano, Prealpi Trevig.
Sp. Dianthus deltoides X Sp. Dianthus seguieri: D. X decrescens Borbas - Liguria.
Sp. Dianthus seguieri X Sp. Dianthus sylvestris: D. X mammingiorum Murr - Trentino.
Sp. Dianthus seguieri X Sp. Dianthus monspessulanus: D. X controversus Godron - Pendii merid. delle Alpi dal Goriz., Baldo, Trent., al Bergam., C. Tic, Ivrea ed A. Graie Occid.
Sp. Dianthus sylvestris X Sp. Dianthus monspessulanus: D. X krasanii Kerner - Trentino.

Oltre a queste sono state osservate ancora (ma fuori d'Italia) forme ibride corrispondenti alle combinazioni seguenti: Sp. Dianthus carthusianorum X Sp. Dianthus deltoides; Sp. Dianthus carthusianorum X Sp. Dianthus sylvestris; Sp. Dianthus carthusianorum X Sp. Dianthus superbus; Sp. Dianthus barbatus X Sp. Dianthus deltoides; Sp. Dianthus barbatus X Sp. Dianthus superbus; Sp. Dianthus armeria X Sp. Dianthus deltoides; Sp. Dianthus armeria X Sp. Dianthus superbus; Sp. Dianthus deltoides X Sp. Dianthus superbus.

1 Pianta sempreverde con rami legnosi; calicetto di 12-16 squame Sp. Dianthus rupicola
1 F. e rami erbacei; squame 2-6 (8-12 in 661)
  2 Piante annue o bienni
   3 Fg. verdi alla fioritura; fi. in fascetto terminale Sp. Dianthus armeria
   3 Fg. secche alla fioritura; fi. isolati Sp. Dianthus tripunctatus
  2 Piante perenni con rd. legnosa
   4 Fi. riuniti in fascetto apicale circondato da brattee allungate
    5 Fg. cauline con guaina lunga il doppio del diam. del f. e lamina lanceolata larga 1 cm Sp. Dianthus barbatus
    5 Fg. cauline con guaina lunga almeno 3 volte il diam. del f. e lamina lineare larga 2-5 mm
     6 Tubo calicino purpureo-violetto nella metà sup. o su quasi tutta la lunghezza
      7 Squame esterne lunghe circa quanto il calice, questo di 10-13 mm
       8 Squame esterne con apice arrotondato e con resta > parte fogliacea Sp. Dianthus giganteus
       8 Squame esterne con apice progressivam. assottigliato e con resta lunga ⅔ della parte fogliacea (nelle basali più sviluppate eccezionalm. resta > parte fogliacea) Sp. Dianthus carthusianorum
      7 Squame esterne lunghe ½-⅔ del calice, questo di 14-15 mm Sp. Dianthus pontederae
     6 Tubo calicino verde, arrossato o purpureo solo in prossimità dei denti Gp. Dianthus balbisii
   4 Fi. unico oppure fi. numerosi distanziati o ravvicinati, mai in fascetto
    9 Petali con lamina sfrangiata o laciniata per almeno ⅓ della lamina
     10 Lacinie dei petali lunghe ⅓-½ della lamina; parte indivisa 8-10 volte più larga delle lacinie; fg. acutissime, a ⅒ dall'apice larghe 0.5-1.5 mm
      11 Fg. larghe 1 mm, spesso convolute; squame dell'epicalice acute o brevem. mucronate, lunghe circa ¼ del calice Sp. Dianthus plumarius
      11 Fg. larghe 1-3 mm, piane; squame con una breve resta erbacea raggiungente ⅓-½ del calice
       12 Scapi 3-5-flori alti 30-60 cm; fg. inf. ± erette e flessuose; petali con lembo di 10-15 mm Sp. Dianthus monspessulanus
       12 Scapi 1-(2)-flori alti 10-22 cm; fg. inf. rigide, patenti o riflesse; petali con lembo di 12-18 mm Sp. Dianthus sternbergii
     10 Lacinie dei petali > ½ lamina; parte indivisa solo 2-3 volte più larga delle lacinie; fg. ottuse o meno acute, a ⅒ dall'apice larghe 2-4 mm Sp. Dianthus superbus
    9 Petali con lamina intera, crenulata o dentata
     13 F. minutam. pubescenti (lente!); getti sterili con fg. lineari-spatolate ravvicinate (1.5-2 X 15 mm), distiche Sp. Dianthus deltoides
     13 F. glabri; getti sterili non c.s.
      14 Squame dell'epicalice lunghe ⅕-⅓ del calice Gp. Dianthus sylvestris
      14 Squame dell'epicalice lunghe più di ⅓ del calice ed anche più di questo
       15 Fg. lineari-spatolate, ottuse o arrotondate all'apice
        16 Fg. larghe 3-5 mm; f. plurifloro Sp. Dianthus alpinus
        16 Fg. larghe 1-2 mm; f. unifloro Sp. Dianthus glacialis
       15 Fg. lineari, acute all'apice
        17 Petali barbati alla fauce
         18 F. uniflori alti 3-15 (-30) cm Sp. Dianthus neglectus
         18 F. pluriflori alti 25-30 cm Sp. Dianthus seguieri
        17 Petali glabri
         19 Epicalice di 4-6 brattee; calice lungo 10-17 mm Sp. Dianthus furcatus
         19 Epicalice di 8 (12) brattee; calice lungo 15-23 mm Sp. Dianthus ciliatus

Autore : Linneo

Nome Italiano : Garofano

Privacy