Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Saxifraga

Sp. Plantago coronopus

Gp. Plantago coronopus

Gen. Plantago

Fam. Plantaginaceae

Div. gamopetale
Cla. Dicotiledoni
Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Generalm. annua o bienne; fg. membranacee, non carnose, con parte centrale larga alla base 2-3 (6) mm, e poco più verso l'apice; lacinie 2-6 periato, acute, spesso a loro volta dentate; corolla con lobi ovato-acuminati di 0.6 X 1-1.2 mm; semi 4-5.

Euri-Medit.
In tutto il terr.: C, però manca nel Trent. -A. Adige ed in generale nelle Alpi solo avv. nei fondivalle.

Variab. - Entrambe le subsp. mostrano un parallelo polimorfismo. Le fg. che compaiono per prime sono generalm. indivise, solo le successive appaiono progressivam. dentate, laciniate o bipennatosette. Popolazioni crescenti in ambienti di scogliera nella zona degli spruzzi tendono ad abbreviare il ciclo, passando a piante annuali, e le fg. rimangono del tipo giovanile, cioè indivise: in questo caso esse possono avere l'aspetto di specie completam. distinte (simili a Sp. Plantago bellardi) e sono state descritte come var. integrata G. et G. (per la subsp. a) oppure come P. weldenii Rcrib. (per la subsp. b, il caso più frequente). Tuttavia in questo caso, nell'ambito della popolazione si trovano sempre individui con singole fg. a 2-4 denti; allontanandosi dal mare si passa insensibilm. ad individui bienni o perenni, con fg. del tutto divise, si tratta dunque di modificazioni indotte dall'ambiente, e non trasmissibili ereditariamente. Maggior valore hanno forse due var. entro la subsp. (a): var. ceratophylla (Hoffmgg. et Lk.) Rafin., annua o bienne con fg. un po' grassette a rachide allargata (5-10, raram, fino a 15 mm) e denti acuti (non acuminati!) divergenti, segna il passaggio verso Sp. Plantago cupani; var. columnae (Gouan) Willd., fg. egualm. con rachide allargata, ma con denti e lacinie irregolari, in pianta perenne a rd. ingrossata. Una pianta controversa è P. bombycina Decne (= P. coron. L. var. crassipes Coss. et Daveau), con caratteri della subsp. (b), ma dimensioni ridotte, fg. poco divise e subglabre, spighe ricurve verso il basso e tendenzialm. quasi sotterranee: largam. diffusa nell'Africa Sett., è indicata pure per le Is. Maltesi a Cornino.

Bibl.: Gorenflot R., Rev. Cytol et Biol Végét. 20: 237-500 (1959); Cartier D., Thèse, Orsay, 220 pagg.(1970).
1 Brattee 2.5-3 mm (generalm. più lunghe del calice) e con mucrone lungo ⅔-¾ della parte laminare. Scapo robusto (diam. 1.0-1.5 mm), lungo 1-2 volte le fg.; sepali posteriori carenati, con ala stretta o nulla. - Il tipo più diffuso Sp. Plantago coronopus subsp. coronopus
1 Brattee 2.2-3 mm (generalm. ⅔-¾ del calice) e con mucrone lungo ⅓ della parte laminare. Scapo ingrossato (diam. 1.5-2 mm), rigido, generalm. più breve delle fg. e lungo ± quanto la spiga; sepali posteriori sulla carena con ala allargata. -Generalm. sulle coste sabbiose o rocciose. Sic, Sard., Cors. edIs. minori, coste dell'It. Merid.: C; segnalata anche nelle Marche, Circeo e Teram. ( = P. commutata Guss.) Sp. Plantago coronopus subsp. commutata

Diffusione:

Italia Piemonte Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste Lombardia Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Portamento : ↓ Pianta perenne erbacea

Progressivo : 3586

Autore : Linneo

Nome Italiano : Piantaggine barbatella; Barba di Cappuccio, Coronopo, Erba saetta

Codifica numerica : 8116004

Forma biologica : T scap

Ciclo riproduttivo : ☉ Annuale

Altezza : 3-30 cm

Tipo di vegetazione : Incolti aridi, generalm. pr. al mare, prati salmastri, scogliere.

Privacy