Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Campanula

Sp. Bartsia alpina

Fam. Scrophulariaceae

Cla. parassite

Cla. Dicotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
F. ascendenti con peli rilievi. Fg. ovate (8-12 X 16-22 mm), con dentelli acuti sul bordo. Fi. ± spaziati all'ascella di brattee simili a fg., ma minori e tinte di violetto; calice irsuto, con tubo campanulato di 4 mm e denti di 2-3 mm; corolla 15-19 mm, violetto-scuro; capsula 8 mm, ovale.

Artico-alp. (Euro-americana).
Alpi, dalle Giulie alle Mariti.: C.

Variab. - Specie polimorfa per quanto riguarda il colore della corolla (da violetto-scuro a ± chiaro ed anche quasi roseo) e la pelosità del calice e della pagina inf. della fg.

Bartsch J. (1710-1738), di Königsberg, amico del Linneo, immaturamente scomparso come medico coloniale a Surinam.

Diffusione:

Italia Piemonte Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste Lombardia Trentino-Alto Adige/Südtirol Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria

Portamento : ↓ Pianta perenne erbacea

Progressivo : 3482

Autore : Linneo

Nome Italiano : Bartsia

Codifica numerica : 7645001

Forma biologica : H scap

Altezza : 8-15 cm

Tipo di vegetazione : Pascoli subalpini e alpini.

Privacy