Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Campanula

Sp. Atropa belladonna

Fam. Solanaceae

Div. gamopetale

Cla. Dicotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Pianta fetida e vischiosa (!). Rd. ingrossata; f. glabro, con rami allargati. Fg. alterne con picciuolo di 1-2 cm e lamina ovale-lanceolata (5-9 X 10-15 cm), intera a irregolarm. crenata o lobata, ± arrotondata all'apice. Fi. a 1-3 all'ascella delle fg. sup.; peduncolo 10-18 mm, generalm. arcuato; calice con tubo di 5-6 mm e denti di 4-5 mm; corolla 15-24(-30) mm, bruno-violetta, all'interno giallastra con vene scure; bacca nera, lucida, sferica (diam. 15-20 mm).

Medit.-Mont.
In tutto il terr.: R; manca quasi ovunque nella Pad. (forse scomparsa per bonifiche e colture?) e nell'area mediterranea.

Nome medievale, derivato dall'uso cosmetico: le donne italiane del tempo usavano Sp. Atropa belladonna per provocare la dilatazione della pupilla (midriasi), così da avere occhi neri splendenti. Però quest'uso, che danneggia la vista, si mantiene oggi solo in oculistica.

Diffusione:

Italia Piemonte Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste Lombardia Trentino-Alto Adige/Südtirol Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Portamento : ↓ Pianta perenne erbacea

Progressivo : 3284

Autore : Linneo

Nome Italiano : Belladonna

Codifica numerica : 7390001

Forma biologica : H scap

Altezza : 5-20 dm

Tipo di vegetazione : Radure umide, cedui, schiarite dei boschi di latif. (soprattutto faggete, più raram. querceti).

Privacy