Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Saxifraga

Sp. Daucus carota s.s.

Gp. Daucus carota

Gen. Daucus

Gp. II (Fr. con spine o setole)

Fam. Umbelliferae
Div. coripetale inferovarie
Cla. Dicotiledoni
F. eretto, ispido per peli riflessi, ramoso in alto. Fg. basali a contorno lanceolato (1-3 X 8-12 cm), 2-3 pennatosette, con segm. d'ultimo ordine lanceolati (2 X 3-4 mm), le cauline 2 pennatosette, divise in lacinie lineari-acute (1-2 X 8-15 mm). Ombrelle a 20-40 raggi; brattee 7-10, lineari formate da una rachide centr., con 1-2 lacinie laterali, patenti; bratteole lineari semplici (1x8 mm); petali bianchi (1.2 X 1.5 mm), arrotondati; fr. ovoide (1.8 X 2.5 mm), irsuto di setole subspinose.

Paleotemp. divenuta Subcosmop.
In tutto il terr. : CC.

Nota - La Carota coltivata si è formata nel Medio Oriente, probabilmente dall'ibridazione tra ceppi delle subsp. carota e della subsp. maximus; nota ai Greci ed ai Romani, ma spesso confusa con la Pastinaca, solo nel Medio Evo la sua coltura si è diffusa nell'Europa occidentale, dove per ibridazione e selezione si sono ottenute le cultivar attualmente in coltura anche da noi.
1 Ombrella terminale diam. 3-5 cm; fg. con segm. d'ultimo ordine circa 10 volte più lunghi che larghi Sp. Daucus carota subsp. maritimus
1 Ombrella terminale maggiore; segm. più larghi
  2 Radice sottile, bianca; piante selvatiche
   3 Ombrella terminale diam. 5-10 cm; fg. con segm. d'ultimo ordine 2-3 volte più lunghi che larghi (incluse le lacinie lat.)
    4 Fr. con aculei a punta semplice; f. generalm. eretto; segm. pennatopartiti Sp. Daucus carota subsp. carota
    4 Fr. con aculei a punta semplice e punta 2 uncinata commisti; f. generalm. prostrato-ascendente; segm. ± tridentati Sp. Daucus carota subsp. major
   3 Ombrella terminale diam. 12-20(10-30) cm; segm. più brevi, ± pennatosetti Sp. Daucus carota subsp. maximus
  2 Radice ingrossata, generalm. di colore aranciato; pianta coltivata Sp. Daucus carota subsp. sativus

Diffusione:

Italia Piemonte Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste Lombardia Trentino-Alto Adige/Südtirol Veneto Friuli-Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Umbria Marche Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Progressivo : 2620

Autore : Linneo

Nome Italiano : Carota selvatica

Codifica numerica : 6142008

Forma biologica : H bienn

Ciclo riproduttivo : ⚇ Biennale

Altezza : 4-7 dm

Tipo di vegetazione : Incolti, lungo le vie, prati aridi.

Privacy