Fork me on GitHub
Ricerca avanzata Taxa presenti Osservazioni botaniche
Taxa più rappresentati: Graminaceae Trifolium Euphorbia Campanula

Gen. Verbascum

Div. gamopetale

Cla. Dicotiledoni

Registrati per condividere una segnalazione di questa pianta
Genere difficile perché le specie sono individuate da caratteri poco evidenti, e per la grande frequenza di individui ibridi.

RACCOLTA: trattandosi di piante ingombranti, spesso è impossibile preparare un individuo completo, si trattengano allora l'inflor., un pezzo di f. con fg. sup. e qualche fg. della rosetta basale, gettando il resto. Alcune corolle vanno preparate a parte, distese ed incollate su un cartoncino, in modo da presentare gli stami verso l'alto. Annotare sul vivo il colore della corolla e delle barbe inserite sui filam. staminali.

DETERMINAZIONE: non confondere le brattee con le fg. sup. che stanno alla base dei rami dell'inflor. (quando questa è ramosa, ad es. in Sp. Verbascum chaixii!): le brattee sono alla base di un glomerulo; alla base dei fi. singoli sono bratteole delle quali non abbiamo tenuto conto.

CARATTERI DEGLI STAMI: gli stami inseriti alla base della corolla e staccantisi con questa sono (salvo Sp. Verbascum creticum) 5, dei quali 2 inf. (= anteriori) generalm. più lunghi e 3 sup. ( = posteriori) più brevi. Gli stami sup. sono densam. lanosi sul filam. e terminano con antere reniformi fissate verso il centro. Gli stami inf. possono essere simili (però generalm. lanosi solo nella metà inf.) oppure differenziarsi per la presenza di antere decorrenti, dorsifisse; in certe specie essi hanno filam. del tutto glabro. Le specie che presentano stami inf. e sup. con sole antere reniformi sono dette Isandre (ovv. con stami simili fra loro); le specie con antere decorrenti negli stami inf. e reniformi nei sup. sono dette Eterandre (ovv. con stami dimorfi). Questi caratteri, che possono essere meglio apprezzati con l'aiuto della fig., sono essenziali per la determinazione.
Tutte le specie, quando non vi sia indicazione contraria, hanno f. eretto; fi. 5meri; corolla gialla con tubo di circa 2 mm quindi allargato a coppa (diam. 1 cm) e con 5 lobi arrotondati (nelle diagnosi si indicherà solo il diam. totale della corolla distesa).

IBRIDI: dove due o più specie di Verbascum si presentano assieme è quasi sicuro che se ne incontrino gli ibridi: in una ampia collezione gli individui ibridi possono costituire anche ¼ del totale. Essi si riconoscono per l'aspetto morfologicamente intermedio fra le specie parenti, ma una prova certa dell'ibridismo si ha solo con lo studio del polline: mettere su un vetrino d'orologio con poca acqua qualche bocciolo maturo o corolla appena dischiusa e riscaldare fino al bollore; il polline che così fuoriesce viene osservato a circa 200 ingrandimenti. Questo metodo è applicabile al materiale essiccato; per polline fresco aggiungere nell'acqua un po' di zucchero o glicerina per evitare un eccessivo rigonfiamento dei granuli. Individui non ibridati presentano 100% di granuli normali, in acqua ± sferici; negli ibridi tutti i granuli (o almeno l'80-90%) sono abortivi, cioè piccoli, elissoidali e ± privi di contenuto.

SISTEMATICA: Sul genere Verbascum rimane fondamentale lo studio monogratico ai Murbeck, Lunds Univ. Arsskr. n.s. 22(1): 1-239 (1925): 29(2): 1-630 (1933); 32(1); 1-46 (1936); 35(1); 1-71 (1939) al quale anche noi ci siamo ispirati. La nostra trattazione è stata redatta presso l'Istituto Botanico di Vienna, mediante la consultazione dell'ampio materiale originale dello stesso Murbeck quivi conservato.

RAGGRUPPAMENTO DELLE SPECIE IN BASE ALL'ASPETTO ESTERNO

Corolla violetta: V. phoeniceum (tutte le altre specie hanno corolla gialla o ± bianca)

Asse dell'inflor. semplice o raram. con pochi rami basali:
Fg. verdi glabre o poco pelose sulle due facce: V. virgatum; V. phlomoides; V. densiflorum; V. boerhaavii; Kjligrum; V. lanatum.
Piante completam. ricoperte da un tomento lanoso denso: V. creticum; V. samniticum; V. macrurum; V. thapsus; V. longifolium; V. conocarpum; V. rotundifolium.

Asse dell'inflor. abbondantem. ramoso:
Fg. verdi, glabre o poco pelose sulle due facce: V. blattaria; V. siculum (cfr. anche V. phlomoides; V. densiflorum).
Fg. verdi di sopra, ± bianco-tomentose di sotto: V. lychnitis; V. chaixii.
Piante densam. lanose; inflor. a rami ,± diritti: V. niveum; V. argenteum; V. mallophorum (cfr. anche V. longifolium; V. rotundifolium).
Piante densam. lanose; inflor. a rami arcuati: V. sinuatum; V. pulvemlentum.
1 Un solo fiore all'ascella di ogni brattea (cioè fi. singoli riuniti in un racemo o pannocchia)
  2 Stami 5; calice 3-8 mm con denti interi; capsula 5-9 mm
   3 Antere tutte reniformi; corolla generalm. violetta Sp. Verbascum phoeniceum
   3 I due stami inf. con antere decorrenti; corolla gialla, raram. bianca
    4 Corolla diam. 15-18 mm; brattee 3-5 mm Sp. Verbascum siculum
    4 Corolla diam. 20-40 mm; brattee 7-22 mm
     5 Pianta glabra in basso, con peli ghiandolari in alto; peduncoli fior. più lunghi del calice Sp. Verbascum blattaria
     5 Pianta con peli ghiandolari in basso ed in alto; peduncoli fior, più brevi del calice Sp. Verbascum virgatum
  2 Stami 4; calice 8-15 mm con denti seghettati; capsula 9-15 mm Sp. Verbascum creticum
1 Fi. riuniti a 3-7 all'ascella di ogni brattea (cioè glomeruli di più fi., riuniti in un racemo o pannocchia)
  6 Stami tutti con antere reniformi
   7 Brattee (almeno le maggiori) lunghe 8-20(40) mm
    8 Calice lungo 2-5 mm
     9 Fg. basali e cauline inf. con base cuoriforme
      10 Brattee, calici e corolla glabri Sp. Verbascum alpinum
      10 Brattee e calici bianco-lanosi; corolla all'esterno con peli stellati Sp. Verbascum nigrum
     9 Fg. basali e cauline inf. con base acuta Sp. Verbascum lychnitis
    8 Calice lungo 5-8 mm
     11 Peduncoli lunghi 3-6 mm al max.; filam. con barbe violacee
      12 Fg. med. almeno su un lato saldate con la base al f. per 5-10 mm e più; corolla concava diam. 15-18 mm; capsula conica (3.5-5.5 x 7.5-11 mm) Sp. Verbascum conocarpum
      12 Fg. non saldate al f; corolla diam. 22-30 mm; capsula ovoide (5-7 X 7-10 mm) Sp. Verbascum rotundifolium
     11 Peduncoli alla frutt. 10-16 mm; filam. solo inferiorm. con barbe violacee Sp. Verbascum longifolium
   7 Brattee lunghe 2-8 mm
    13 Fg. della rosetta su ciascun lato con 4-5 lobi profondi ⅓-⅔ della lamina Sp. Verbascum sinuatum
    13 Fg. della rosetta dentate o crenate, mai lobate
     14 Fg. della rosetta con picciuolo di 15-20 cm e base troncata o cuoriforme; piante a pelosità scarsa
      15 Base troncata; infior. ampiam. ramosa Sp. Verbascum chaixii
      15 Base cordato-biloba; infior. generalm. semplice
       16 Brattee, calici e corolla (esternam.) glabri Sp. Verbascum alpinum
       16 Brattee e calici bianco-lanosi; corolla all'esterno con peli stellati Sp. Verbascum nigrum
     14 Fg. della rosetta sessili, con base progressivam. ristretta; piante bianco-lanose, con tomento staccantesi a fiocchi
      17 Filam. degli stami con peli bianchi o giallicci; fg. basali generalm. dentellate o crenulate, circa 2 volte più lunghe che larghe Sp. Verbascum pulverulentum
      17 Filam. con peli violetti; fg. basali intere o raram. con dentelli molto distanziati, circa 3 volte più lunghe che larghe Sp. Verbascum mallophorum
  6 I due stami inf. con antere decorrenti, gli altri 3 con antere reniformi
   18 Stami con lanugine violetta sul filam.
    19 Fg. basali con lamina circa 2 volte più lunga che larga e picciuolo lungo ⅓-¾ di essa; tomento ± bianco Sp. Verbascum boerhaavii
    19 Fg. basali con lamina 3-5 volte più lunga che larga e picciuolo lungo ⅒ di essa o poco più; tomento giallo
     20 Inflor. semplice, cilindrica; peduncoli frutt. 10-16 mm (cioè 2-3 volte il calice) Sp. Verbascum longifolium
     20 Inflor. ramosa; peduncoli frutt. 5-10 mm (1-2 volte il calice) Sp. Verbascum argenteum
   18 Stami con lanugine bianca o giallastra sul filam.
    21 Stami inf. con filam. glabro, i sup. lanosi
     22 Fg. sup. non decorrenti sul f.; peduncoli fior. 4-10 mm Sp. Verbascum phlomoides
     22 Fg. sup. allungate sul f. (decorrenti) per 1 cm e più (Talora non decorrenti in 3323 subsp. (b)); peduncoli fior, brevi (1-5 cm)
      23 Fi. con peduncolo ben sviluppato (3-5mm); stimma spatolato, stilo con porzione apicale allargata e di circa 0.6 X 4 mm (nel secco) Sp. Verbascum densiflorum
      23 Fi. con peduncolo subnullo, quasi sessili; stimma capitato, porzione apicale allargata di 0.6 X 1.2 mm Sp. Verbascum thapsus
    21 Stami tutti con filam. lanosi
     24 Fg. basali con picciuolo lungo 2-5 cm
      25 Inflor. semplice; fg. basali dentate o crenate, mai sinuate
       26 Stimma capitato: stilo con porzione apicale allargata di 0.6 X 1.2 mm (nel secco) Sp. Verbascum thapsus
       26 Stimma spatolato; porzione allargata di 0.6 X 4 mm
        27 Piante con soli peli semplici Sp. Verbascum virgatum
        27 Piante con peli ramificati abbondanti
         28 Fg. sup. decorrenti; fi. sessili Sp. Verbascum niveum
         28 Fg. sup. non decorrenti, basali dei glomeruli su peduncoli di 5-10 mm Sp. Verbascum argenteum
      25 Inflor. ramificata; fg. basali generalm. dentate e sinuate Sp. Verbascum samniticum
     24 Fg. basali con picciuolo subnullo Sp. Verbascum macrurum

Autore : Linneo

Nome Italiano : Verbasco

Privacy